Il miele di manuka può trattare la gastroenterite?

La gastroenterite è un’infezione dello stomaco, più comunemente chiamata influenza dello stomaco – anche se non è necessariamente correlata all’influenza. Provoca infiammazione della fodera dello stomaco, con il sintomo primario che è diarrea. Perché il miele di manuka ha un contenuto antibatterico più ricco del miele tradizionale, è comunemente usato per aiutare a trattare la guarigione. La buona notizia è che gli adulti più sani recupereranno da sola, in genere in meno di una settimana.

Causa e sintomi

Ottieni gastroenterite quando prelevi un virus, batteri o parassiti da cibo contaminato, acqua, utensili o contatto con una persona infetta. La fodera dello stomaco diventa infiammata, e la diarrea risultante rende difficile il tuo colon tenere i liquidi. I sintomi principali sono dolore allo stomaco e diarrea, ma a volte si verifica il vomito. Puoi sentirti affaticato, achy, disidratato e generalmente svenuto. Si può anche sperimentare una perdita di appetito, che rende difficile da mangiare.

Aiuta a sostituire gli elettroliti

Le persone che contraggono la gastroenterite diventano rapidamente disidratate a causa della diarrea. Il trattamento primario è quello di sostituire i fluidi perduti e gli elettroliti in modo che rimanga idratato mentre il tuo corpo combatte l’infezione. Come tutti i mieli, la manuka è ricca di minerali, tra cui sodio, calcio, potassio, magnesio, selenio, rame, manganese e fosforo. Esso contiene anche piccole quantità di vitamine B solubili in acqua, che possono essere persi con minerali durante attacchi di grave diarrea. Prendendo il miele di manuka aiuta a sostituire i minerali persi e le vitamine B e fornisce anche qualche energia mentre si sta occupando di perdita di appetito.

Migliora la gastroenterite batterica

Manuka contiene una sostanza antibatterica chiamata metilglyoxal in quantità 100 volte superiore a quella dei mieli convenzionali, secondo uno studio pubblicato nel numero di aprile 2008 della rivista Molecular Nutrition and Food Research. Questo lo rende il miele di scelta per trattare l’influenza dello stomaco. Tuttavia, una revisione pubblicata nel numero di luglio del 2005 del Medical Journal di Kathmandu ha confermato che i cavoli convenzionali, non solo manuka, sono anche indicati per accorciare la durata della diarrea relativa alla gastroenterite batterica. Sul lato opposto, i mieli non vengono mostrati riducono la durata della gastroenterite virale, secondo la revisione.

Stimola la guarigione

Il miele di Manuka può stimolare o accelerare la guarigione, secondo uno studio pubblicato nel numero del marzo 2007 della rivista Cytokine. I ricercatori hanno scoperto che manuka ha stimolato la produzione di citochine, piccole proteine ​​immunitarie che il tuo corpo produce per aiutare a guarire e recuperare da lesioni. Manuka, oltre a due altre miele – pascolo e cespuglio – aumentano significativamente il rilascio di tre particolari citochine dalle cellule immunitarie umane che sono coinvolte nella riparazione dei tessuti, secondo lo studio.